Indietro

Concorso d'idee "La Torre, nuove viste su Torino"

Torino, Italia

1.000 mq

Ristorante, caffetteria, sscensore panoramico

2011

 

L'intervento oggetto del concorso prevede la realizzazione di un ristorante, una caffetteria e dell'ascensore panoramico d'accesso, all'interno della torre che domina Piazza Castello.

L'edificio, melange di epoche e di stili, fa parte della quinta urbana della piazza, sul fronte opposto di palazzo Reale e in dialogo diretto con i maggiori monumenti della città; di qui la necessità di agire con prudenza ma con la volontà di cogliere l'opportunità di lasciare un segno forte e riconoscibile in un contesto di rara bellezza.

La sala del ristorante di forma ovale - forma "pura" e "classica" -  nasce dalla necessità di rapportarsi col rigore geometrico del prospiciente Palazzo Reale e della piazza e di non aggiungere caos ad un complesso di immobili già ricco di stili architettonici.

L'arredo interno è minimo ma ricco di suggestioni: la sala è dominata da un "soffitto tessile", formato da fili in tessuto che filtrano la luce artificiale posta al di sopra di esso; sul lato sud, che affaccia sulla corte interna, un paramento rivestito in vetro scuro tagliato orizzontalmente da un'asola per alloggiare un fuoco, protegge dal sole diretto e rimanda, riflesso, il paesaggio della piazza. La superficie della copertura del padiglione è costituita da lastre di marmo a formare un disegno che, se osservato dall'alto, crea un effetto tridimensionale rievocando la geometria delle cupole barocche.

L'idea guida dell'allestimento degli spazi destinati ad ospitare la caffetteria muove dalla volontà di dar luogo ad un ambiente sobrio dove la vista della città continui ad essere protagonista senza rinunciare ad un'atmosfera accogliente; di qui la scelta di utilizzare colori appartenenti alla gamma dei grigi accostati al beige e al bordeaux, richiamando il colore della Torre ed evocando la tradizione sabauda.

L'accesso al ristorante e alla caffetteria avviene attraverso l'ascensore panoramico posto all'esterno della torre. La bussola di accesso all'ascensore è realizzata in vetro protetto da una gabbia metallica "scritta" in acciaio inox, che funge anche da insegna. Lo sbarco al diciannovesimo piano è di dimensioni ridotte per non turbare il prospetto della Torre su Piazza Castello, comunque sufficiente a consentire una breve sosta per uno scorcio su Torino.