Indietro

Residenza Colli

Bologna, Italia

860 m2

Abitazione privata

2014

 

L'intervento interessa la trasformazione in residenza privata di un installazione militare e del relativo corpo di guardia, situati all'interno di un grande lotto alberato sulla collina bolognese. L'edificio principale, un bunker edificato negli anni cinquanta del novecento, si inserisce in parte nel versante della collina ed in parte risulta ricoperto da uno strato di terreno di riporto. Esternamente sono visibili solo i manufatti di ingresso e i camini di ventilazione. All'interno l'edificio è caratterizzato da ampi spazi voltati. Tema fondamentale del progetto era la necessità di instaurare un rapporto con l'esterno, per accogliere la nuova funzione abitativa, senza snaturare la natura per definizione "sotterranea" del bunker. L'intervento prevede quindi da un lato l'apertura di ampie finestre sulle testate delle volte e la creazione sul lato Nord di uno spazio esterno vivibile collegato alla cucina, dall'altro la realizzazione di ampi lucernari che assumno la forma di cunei di acciaio cor-ten "infissi" nel terreno. L'aver portato alla luce le pareti delle testate delle volte ha posto il problema del trattamento delle facciate in un edificio che ne era privo; si è scelto di introdurre un nuovo materiale, l'acciaio Cor-ten, per fare da interfaccia tra interno ed esterno, tra ciò che rimane interrato e ciò che viene fatto emergere.

Il corpo di guardia, posto all'ingresso dell'area, viene invece demolito e ricostruito. I materiali scelti sono il cemento armato a vista per le pareti, lastre di piombo per la copertura e legno naturale per i pannelli di oscuramento; gli agenti atmosferici e la patina del tempo renderanno i tre materiali simili e cromaticamente integrati alla vegetazione circostante.